Come fare per …

Una volta trovata la voce di vostro interesse, se necessario, compilate i moduli sotto riportati ed insieme a tutti i documenti richiesti potrete consegnarli direttamente ad uno degli sportelli Gas Più (Melegnano, via marconi 15), oppure potrete spedirli per posta ordinaria o tramite mail al seguente indirizzo, clienti@gaspiu.it.

Per i contratti inviati per posta, il nostro personale vi contatterà telefonicamente o tramite e-mail per la definizione della pratica.

Per godere dei vantaggi dedicati alle imprese, con relative agevolazioni, seguire i seguenti passaggi:

  1. Compilare ed inviare agevolazione Imposta sul Valore Aggiunto (I.V.A.), modulo R
  2. Compilare ed inviare agevolazione imposta di consumo sul gas metano, modulo P

Documenti utili

Inviare i seguenti documenti debitamente compilati:

  1.  autocertificazione da allegare al contratto, modulo C
  2. dichiarazione di conformità dell’impianto interno del gas da parte di un idraulico iscritto all’albo

Documenti utili

Per procedere alla disdetta di un contratto tramite subentro diretto, le seguenti procedure sono quelle da seguire:

Cliente uscente:

  1. ultima lettura e ultima bolletta pagata
  2. fotocopia del codice fiscale e del documento d’identità dell’intestatario del contratto
  3. modulo per disdetta, modulo F, compilato e sottoscritto dall’intestatario uscente e dal subentrante

Cliente entrante:

  1. fotocopia del codice fiscale e del documento d’identità dell’intestatario del contratto
  2. nome del precedente intestatario e numero matricola contatore
  3. per usi diversi dall’abitazione è richiesto inoltre copia del certificato di attribuzione della Partita Iva e della C.C.I.A.A., (quest’ultimo con data non anteriore ai 6 mesi
  4. dati catastali modulo D

Per procedere alla disdetta di un contratto senza subentro, sono necessarie le seguenti procedure:

  1. Inviare unitamente una ultima lettura e ultima bolletta pagata
  2. fotocopia del codice fiscale e del documento d’identità dell’intestatario del contratto
  3. modulo per disdetta, modulo F, compilato e sottoscritto dall’intestatario uscente

 

Documenti utili

Documenti comuni per tutte le forniture di gas
(fino a 30.000 kcal/h – da 30.000 a 100.000 kcal/h – oltre 100.000 kcal/h)

  1. Fotocopia del codice fiscale e del documento d’identità dell’intestatario del contratto
  2. Delibera 40/04 dell’AEEG
    La delibera 40/04 dell’AEEG prevede azioni e obblighi finalizzati a garantire la sicurezza degli impianti gas utilizzati dai clienti finali.
    Le modalità di attivazione delle nuove forniture sono descritte nella procedura di attivazione cui fanno riferimento i seguenti allegati:
    Allegato G Lettera al cliente, per l’illustrazione della procedura d’attivazione, trasmessa con la richiesta di attivazione della fornitura
  3. Allegato H (compilazione a cura del cliente)
    Conferma della richiesta di attivazione della fornitura del gas

    Allegato I (compilazione a cura dell’installatore)
    Attestazione di corretta esecuzione dell’impianto
  4. copia della concessione edilizia o autocertificazione modulo D
  5. dati catastali modulo D
  6. per usi diversi dall’abitazione è richiesto inoltre copia del certificato di attribuzione della Partita Iva e della C.C.I.A.A., (quest’ultimo con data non anteriore ai 6 mesi)

Documenti aggiuntivi per forniture di gas per impianti da 30.000 a 100.000 kcal/h

  1. progetto redatto da tecnico abilitato contenente lo schema dell’impianto, disegni planimetrici, relazione tecnica sulla consistenza e sulla tipologia dell’installazione, della trasformazione o dell’ampliamento con particolare riguardo all’individuazione dei materiali e dei componenti ed alle misure di sicurezza da adottare
  2. eventuale denuncia presentata all’ISPESL

Documenti aggiuntivi per forniture di gas per oltre 100.000 kcal/h

  1. copia del progetto presentato ai Vigili del Fuoco con relativo visto e copia della domanda di rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi (C.P.I.)

Documenti utili

Documenti necessari per la procedura:

  1. fotocopia del codice fiscale e del documento d’identità dell’intestatario del contratto
  2. nome del precedente intestatario e numero matricola contatore
  3. dati catastali modulo D (se si clicca sulla scritta blu si scarica direttamente il modulo)
  4. per usi diversi dall’abitazione è richiesto inoltre copia del certificato di attribuzione della Partita Iva e della C.C.I.A.A., (quest’ultimo con data non anteriore ai 6 mesi